Chi siamo

L’Associazione Amici Museo Stibbert è nata nel 1997, dall’impegno di Cesare
Calamandrei e Alfredo Bartocci, in memoria di Lionello Giorgio Boccia, uno dei più
grandi oplologi (studiosi di armi antiche) e direttore del Museo Stibbert di Firenze, dal 1978 al 1987.

L’Associazione ha riunito collezionisti, ricercatori e studiosi di armi antiche, dei diversi aspetti dei materiali delle raccolte e del giardino e, anche, delle personalità e della cultura del tempo di Stibbert.

Amici Museo Stibbert ha come obiettivo una corretta divulgazione della ricerca in questi ambiti. Esempi dell’attenzione, durante la direzione di Boccia, in questo senso è stata la mostra “Guerra e assoldati in Toscana. 1260 – 1364”, che ha visto riuniti studiosi come Ugo Barlozzetti, Marco GiulianiFranco Cardini e Mario Scalini, i docenti del liceo artistico statale di Firenze 2, Roberto Malquori, Roberto Ciabani, l’associazione Afbis, che fu guidata dall’artista Mario Venturi e da un illustratore di livello internazionale Eduardo Texeira Coelho.

Altra attività di rilievo storico è stata la mostra sulla raccolta di armi e cimeli napoleonici, curata da Cesare Calamandrei e dall’Afbis, sotto la guida del dottor Paolo Coturri. L’Associazione Amici Museo Stibbert ha collaborato, tra i diversi impegni e grazie a Calmandrei, alla divulgazione di articoli su riviste specializzate e al restauro di alcuni oggetti presenti al Museo per favorire la conoscenza della straordinaria residenza di Frederick Stibbert. Dal 2010 l’associazione ha organizzato conferenze, incontri, presentazione di libri, con personalità italiane e straniere con lo scopo di costituire una rete tra associazioni analoghe a livello europeo.

Consiglio Direttivo: